Per mettere in evidenza il nuovo concetto, completamente innovativo e rivoluzionario, di “Sincronizzazione”, citiamo ad esempio Gottfried Huppertz, musicista di Colonia, compositore della Musica di “Metropolis”; egli non era un compositore famoso, ma grazie alla sua dote creativa e lungimirante compose una impressionante e monumentale partitura, contribuendo così alla realizzazione uno dei massimi esempi di simbiosi tra musica e immagini, diventato ormai un “cult-movie“. Grazie ad una grande intesa ed una stretta collaborazione lungo tutta l’ideazione e la realizzazione del film, Huppertz riuscì infatti a plasmarsi completamente sul pensiero visivo del regista Fritz Lang. Altri compositori noti incaricati di scrivere musica per film muti furono Darius Milhaud, Camille Saint-Saëns, Arthur Honegger, Paul Hindemith, Erik Satie e George Antheil.

Fritz Lang e Brigitte Helm (al centro) suonando jazz sul set di Metropolis