«...capolavoro di Hitchcock e uno dei film più profondi e belli della storia del cinema» (Robin Wood - Hitchcock Films, 1968). Fondamentale il contributo della musica: una partitura ispirata al melodramma italiano e con riferimenti anche alla magica e infiammata musica di Wagner, alla sinfonia I pianeti di Gustav Holst e alle atmosfere del mondo perduto della California spagnola.

VERTIGO (La donna che visse due volte)
(in collaborazione con IMG Artists)
1958
Regia: Alfred Hitchcock | Musica: Bernard Herrmann
Orchestra sinfonica
Durata: 128