CONCERTO SACRO – TORINO
Nell’ambito delle manifestazioni per la
Festa della Sindone

con Nessun commento

4 Maggio 2015 | ore 21:00
Torino | Chiesa di San Lorenzo
– M. Nosetti: Ecce lignum Crucis
– L. Boccherini: Stabat Mater (2a versione)
Chiara Taigi, Francesca Rotondo, soprani
Alejandro Escobar, tenore
Gioele Muglialdo, direttore
Ensamble “Progetto Concertante Arte&Musica”
Alessandro Milani, Primo Violino

Gioele Muglialdo è nuovamente atteso a Torino per quello che è ormai un appuntamento fisso con la sua città e che sottolinea la sua predilezione per la musica sacra: nel 2013 aveva interpretato il Requiem di Gabriel Fauré, con la partecipazione del baritono Alessandro Corbelli, presso il Duomo; nel 2014 era tornato con un programma di arie e musiche strumentali di Haendel, Mozart, Mendelssohn, Dvorak, Nosetti oltre ad una sua elaborazione dell’Ave Maria di Caccini; entrambe le manifestazioni si erano svolte in collaborazione con la Commissione Diocesana per la Sindone.

particolare-statua-pieta

Quest’anno il concerto sacro riproporrà “Ecce lignum Crucis” di Massimo Nosetti (su temi del Graduale gregoriano “Christus factus est”) e il celebre Stabat Mater di Luigi Boccherini. Boccherini ha scritto due versioni dello Stabat Mater: una nel 1781 per soprano e archi e una nel 1800 (dedicata a Luciano Bonaparte) per due soprani, tenore ed archi, ormai entrata in repertorio e che sarà eseguita a Torino. Mentre la prima stesura rimase manoscritta e pressoché sconosciuta fino a pochi anni fa, la seconda venne immediatamente data alle stampe: la composizione godette di tale considerazione da essere annoverata subito tra i capolavori del musicista e accostata – per quel senso di intima e profonda malinconia che l’avvolge – allo Stabat Mater di Pergolesi, modello assoluto del genere nella seconda metà del Settecento. Tra gli altri eventi di spicco in ambito religioso è da ricordare il Concerto Sacro diretto da Muglialdo in occasione del Venerdì Santo nella Plaza Mayor di Lima nel 2012, dove furono eseguite selezioni di brani dal Requiem di Mozart e da quello di Verdi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *