IL CORRIERE DEL TEATRO
Dicembre 2011
‘I Lombardi alla prima crociata’ di G. Verdi

con Nessun commento

teatro-municipale-piacenza[…] senza dubbio un titolo di non facile realizzazione e per il quale è stato impegnato al massimo un considerevole organico di artisti e tecnici. […] siamo rimasti meravigliati di fronte ad una inconsueta bellezza visiva ed esecutiva. A giusta ragione lo possiamo considerare uno spettacolo di livello che meriterebbe essere ospitato anche in altri palcoscenici. […] Dal lato esecutivo Gioele Muglialdo oltre a dimostrare di essere capace concertatore, guida l’Orchestra Filarmonica Italiana con il giusto vigore mantenendo, cosa da non sottovalutare, un costante controllo del palcoscenico. In lui troviamo entusiasmo e consapevolezza atte a rendere al meglio ogni passaggio.

Esemplare l’assolo al violino di Cesare Carretta nel momento virtuosistico di notevole effetto. Cast tutto giovane e ottimamente preparato: Stefanna Kybalova, munita di un timbro molto particolare, sa risolvere in modo efficace la parte impervia di Giselda. Senza dubbio tutti i ruoli principali presentano difficoltà di esecuzione a partire da quello di Oronte reso da Ivan Magrì con una tecnica considerevole, un tenore che ci ha soddisfatti anche in altre precedenti prove. Andrea Patucelli, qui impegnato nel personaggio di Pagano, è come di consueto una garanzia. Tutti comunque bene assortiti e particolarmente corretti nei loro ruoli. Citiamo Alessandro Fantoni (Arvino), Davide Baronchelli (Pirro), Stefania Ferrari (Viclinda). Il pubblico ha gradito senza mezzi termini l’esecuzione tutta riservando applausi e richieste di bis (concessi) al coro istruito da Corrado Casati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *