WESTDEUTSCHE ZEITUNG – di Martin Gehr (Redaktion “Kreis Mettmann”)
31.03.2012 – Metropolis al Forum – Un’esperienza culturale

con Nessun commento

metropolisVelbert. Siamo al clou del programma culturale di questa stagione: il teatro di Forum Niederberg si è trasformato in un cinema. La Neue Philharmonie Westfalen Orchestra ha presentato Metropolis, il classico film muto del 1927, la cui versione restaurata e musicata è stata proiettata per la prima volta alla Berlinale del 2010. Sotto la guida del direttore d’orchestra italiano Gioele Muglialdo, più di 60 musicisti hanno accompagnato le immagini del film con le composizioni originali di Gottfried Huppertz. Sbalorditiva, complessa, monumentale, ricca di suspense e tensione, questa storia utopistica racconta di una città dittatoriale dove i lavoratori vivono nel sottosuolo e vengono trattati come schiavi – finché non si ribellano e cominciano a distruggere la città dove in seguito avviene la riappacificazione tra operai e padroni. Il pubblico è illuminato da questo spettacolo unico, nel quale non solo il film ma soprattutto la musica viaggia su tre dimensioni. […] Della grandezza e la forza di Metropolis – sia delle immagini che della musica – ci ha parlato il direttore Gioele Muglialdo, torinese di nascita e milanese d’adozione: “E’ stata la prima volta che ho diretto un vero e proprio film-concerto” (varie le pregresse esperienze nel repertorio di musica da film).

“E’ stato impegnativo ma anche stimolante riuscire a sincronizzare l’orchestra con il film. La musica deve adattarsi esattamente alle scene e ciò richiede una competenza specifica poichè lo ‘scarto’ anche soltanto di qualche secondo può compromettere la sovrapposizione corretta di suono/immagine; tuttavia, la conoscenza a memoria dell’intero film consente un certo margine di interpretazione di una partitura complessa che rimanda alle orchestrazioni di Mahler e R. Strauss. Muglialdo, che si muove agevolmente tra vari generi musicali, è specialista nel campo dell’opera: “Non conoscevo ancora questa renaissance di Metropolis. Che film fantastico! Amo sempre più questo ‘genere’ di musica/spettacolo. Vorrei rifarlo più spesso e posso dire che già si prospettano progetti futuri”. Inoltre, Muglialdo parla con entusiasmo dell’importanza primaria della ‘comunicazione’, sia essa tra direttore, orchestra, pubblico: “Quando mi sono trovato di fronte alla Neue Philharmonie Westfalen, vi è stata una immediata intesa; attraverso il gergo universale della musica…”.

(traduzione di Alessia Massimiliano)

Per vedere la pagina della Neue Philarmonie Westfalen che parla dell’evento, in lingua tedesca, vai al PDF.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *