Partendo dal più noto repertorio veristico, l’interesse di Muglialdo si è allargato al Novecento “storico” ancora meno conosciuto e in buona parte da riscoprire e valorizzare, da Alfano a Pizzetti, da Malipiero a Casella, compositori di levatura europea che a tanti anni di distanza attendono ancora dalle istituzioni e dai teatri un riavvicinamento al grande pubblico

Franco Alfano Sinfonia n. 2 in do minore
Alfredo Casella Italia, op. 11
Divertimento per Fulvia, op.64
La Giara, suite sinfonica
Francesco Malipiero Impressioni dal vero
Sinfonia degli Eroi
Dai Sepolcri
Sinfonie del silenzio e della morte
Ildebrando Pizzetti

 

Tre preludi sinfonici dall’ Edipo re di Sofocle
Concerto per pianoforte e orchestra ‘Canti della stagione alta’
Preludio ad un altro giorno
Fedra – Ouverture
Sinfonia del fuoco
Ottorino Respighi

 

Fantasia Slava per pianoforte e orchestra
Burlesca
Impressioni brasiliane
Trittico boticcelliano
Toccata per pianoforte e orchestra
I Pini di Roma
Poema autunnale, per violino e orchestra
Belfagor, Ouverture per orchestra
(Rossini/Respighi) La Boutique fantasque
Ermanno Wolf-Ferrari Suite veneziana
Suite da “I gioielli della Madonna”
Il Segreto di Susanna – Ouverture